A tu per tu con Alex Tonti, il tiktoker approdato nella serie tv Summertime

Alex Tonti è una stella di TikTok: da Cesenatico è arrivato anche alla serie tv Summertime. Lo abbiamo intervistato per farci raccontare un po' di più sulla sua vita e sulle sue passioni6 min


0
9 shares
Alex Tonti. Foto di Francesco Grillo
Foto per gentile concessione di Francesco Grillo

Simpatico, con una verve fuori dal comune e un’attitudine tutta particolare a raccontare la quotidianità dei giorni d’oggi, con spontaneità e talento: è Alex Tonti, tiktoker con più di 250.000 follower e oltre 5 milioni di mi piace all’attivo.

Alex si muove sui social con una scioltezza invidiabile. Per questa ragione, non di Mondo Influencer abbiamo deciso di fargli qualche domanda e capire come è riuscito a ottenere tutto questo (meritatissimo) successo.

Video da migliaia di like, contenuti che riscuotono commenti entusiasti. Questo è ciò che vediamo oggi ma, Alex, possiamo chiederti da cosa sei partito?

Certo. È iniziato tutto nel 2017, ero a scuola e c’era in programma un Convegno sul Turismo nella mia città. Mi si è posta davanti un’occasione: chi andava meglio nel progetto sul turismo di Cesenatico sarebbe andato in tv su TeleRegione. Così mi sono rimboccato le maniche ed eccomi, sono arrivato in televisione. Un primo passo che mi ha fatto pensare chiaramente che avrei lavorato con i social.

Come mai sei arrivato a questa conclusione?

L’esperienza mi è piaciuta e ho pensato che era la strada giusta. Mi sono fatto una promessa e l’ho mantenuta. Certo, non è stato facile: considerate che mi sono dovuto evolvere, dato che all’epoca non eccellevo a scuola e non ero neanche così popolare. Eppure, con determinazione, mi sono fatto strada e sono diventato, in primis, un microinfluencer.

E come hai fatto a diventare un microinfluencer? Cosa ti ha permesso di fare questo “salto”?

Anche in questo caso, ho colto un’occasione. Nel 2018 sono andato a fare shopping con un mio amico. Siamo arrivati in questo centro commerciale e ci siamo trovati di fronte a un casting per un programma televisivo, Sfida a colpi di Shopping, che sarebbe andato in onda su Tele Romagna. Mi hanno preso nel gioco. In sostanza dovevo fare acquisti rispettando un tema, ma dalla mia parte avevo una forte passione per la moda, quindi ho vinto. E mi sono aggiudicato anche 1500 euro di capi d’abbigliamento da indossare secondo il mio gusto. Sono diventato rapidamente famoso!

La fama però non è bastata: sappiamo che hai deciso di studiare l’universo dei social media, è vero? 

Assolutamente sì. Ci vuole preparazione anche per diventare influencer! Per prima cosa ho conosciuto Nick Barbiani, youtuber e influencer di Riccione che ne sapeva più di me. È stato lui ad aprirmi il mondo di TikTok. Mi sono tuffato in questa community ma non senza documentarmi: cercavo di capire, di intercettare i gusti delle persone e di chi poteva seguirmi, senza però cambiare me stesso.

È stata una scelta che ha funzionato subito?

Sono entrato nella community due anni fa e sì, devo dire che sono diventato subito virale per i video simpatici che facevo. Forse mi sono distinto per la faccia tosta, o forse per il fatto di essere arrivato prima di altri. Di certo non mi sono accontentato: ho iniziato a viaggiare, a organizzare raduni, a incontrare le community e i fan. Sono stato tra i primi a riuscire a trainare molte persone, anche perché TikTok è un social molto in crescita.

Se ti chiedessimo di svelarci qualche strategia che adotti, lo faresti?

Perché no! Io però ho un vantaggio: ho usato TikTok nell’anno di partenza. Quest’anno mi sono concentrato sul trasformare ciò che avevo ottenuto in un business futuro: ho studiato ancora e ancora, ho fatto tanta formazione e ho adottato dei cambiamenti su Instagram: sono arrivato a 38mila seguaci. Ho sviluppato un bell’engagement con i follower. Su TikTok non sono molto prolifico, ho in totale 140 video che però sono tutti virali.

Sei diventato esperto del tuo settore, pur essendo così giovane. Qual è il tuo obiettivo?

Voglio diversificare, ampliare i miei interessi, continuare a formarmi e intercettare tutte le potenzialità del web. Tutte le carriere legate al mondo online sono in ascesa continua e mi potrebbero assicurare un futuro in un altro Paese.

Quanto conta l’apparenza in quello che fai?

Conta senz’altro, ma io continuo a giocare col look. Cambio colore di capelli, passo da biondo a moro e viceversa. Non mi lascio andare, curo il fisico anche se al momento sono abbastanza fermo, però riconosco che ho una bella struttura fisica. Mi vesto a colori, adoro tutti gli stili, dal rosa fluo alla giacca e cravatta. Non mi piace associarmi a uno standard preciso, al momento.

Alex Tonti. Ph. Francesco Grillo
Alex Tonti. Ph. Francesco Grillo

Ti aspettavi il successo che hai ottenuto?

Nessuno si aspetta il successo, però ammetto che ho realizzato un piccolo sogno. Alle medie volevo fare lo YouTuber e nel 2019, a 19 anni, mi sono trovato al centro di una piccola rivoluzione. Ho visto che i miei coetanei mi guardavano con occhi diversi, adesso ho 250mila persone: ho allargato molto il mio bacino d’utenza.

Come ti senti oggi a essere popolare sui social?
Sono realista. Essere una personalità social ha molti vantaggi, ma io voglio essere ligio al dovere e mettermi in regola quindi non guadagno molto da questa attività al momento. Più che altro posso dire che “vivo gratis” e va bene: che siano vestiti o ingressi nei bei luoghi del divertimento, mi piace avere attenzioni. L’unico limite è la privacy: voglio proteggere le persone che frequento.

A proposito di persone che hai attorno, la tua famiglia cosa pensa di questa tua professione? 

I miei genitori sono di un’altro secolo, di un’altra epoca. È ovvio che all’inizio non sposassero a pieno le miei intenzioni. Non avevano una vera mentalità imprenditoriale legata ai social, più che altro perché come molti altri coetanei non ne comprendevano le potenzialità. Avevano paura delle mie idee e pensavano che neanche mi servissero i follower. Poi mi hanno visto al centro di tanti interessi. Posso dire, però, che hanno iniziato a capire la serietà della cosa quando hanno visto i regali che arrivavano a casa mia!
1
Sei stato anche in una produzione di Netflix, Summertime. Che esperienza è stata?

Nell’estate 2019 di Netflix cercava comparse per la prima stagione di Summertime e io sono in 4 episodi su 8. Per iniziare va benissimo, per me è quasi più importante fare un’esperienza così in 10 giorni di registrazioni, che tanti anni di preparazione. Conosci la gente giusta e le professionalità che ci sono dietro a una produzione del genere.

Come vedi il tuo futuro?
Il mio motto è Think Out Of The box, promuovo le idee originali. Non mi va di seguire quello che fanno gli altri. Voglio evolvermi: l’anno prossimo ci saranno altre apparizioni televisive in primavera. Il mio futuro lo vedo lontano mia città natale, anche se adesso sto studiando social media management e sto facendo esperienza con campagne pubblicitarie per delle aziende, dunque non ho urgenza di spostarmi.

Alex Tonti. Ph. Francesco Grillo
Alex Tonti. Ph. Francesco Grillo

Che dire, non resta che augurare ad Alex di ottenere ciò che vuole! Se volete seguirlo, lo trovate su TikTok e su Instagram.

 


Like it? Share with your friends!

0
9 shares