Dario Bressanini, chi è il divulgatore scientifico che combatte le fake news su Youtube

2 min


0
10 shares
Dario Bressanini
Dario Bressanini. Fonte: Facebook

Dario Bressanini, nato a Saronno il 10 dicembre del 1963, è un chimico italiano, professore universitario, divulgatore scientifico e scrittore. Collabora da più di quindici anni con la rivista “Le Scienze” ed è autore di innumerevoli articoli e manuali. Ha scritto diversi libri sul cibo, bufale e disinformazione alimentare. Tra questi ricordiamo “Le Bugie nel Carrello” e “Contro Natura” scritto insieme a Divagatrice, ovvero Beatrice Mautino.

Come ha iniziato

Nel 1988 Dario ha conseguito la laurea in Chimica presso l’Università degli Studi di Milano dove ha poi continuato con il dottorato di ricerca. Ha proseguito la sua carriera accademica diventando ricercatore prima nell’ateneo d’origine, poi presso il dipartimento di scienze chimiche e ambientali dell’Università degli Studi dell’Insubria a Como. Alle esperienze italiane ha affiancato quelle vissute negli Stati Uniti, nello specifico presso l’Università della California, di Berkeley e di Georgetown.

Ha iniziato la sua avventura come divulgatore nel 2007 con il blogScienza in Cucina” facente parte de “Le Scienze Blog” di proprietà de “La Repubblica“.

Nel 2010 ha partecipato alla trasmissione televisiva di Rai 3 “Cosmo, siamo tutti una rete” e da allora è spesso ospite in programmi Tv e radio.

Ha anche curato un blog personale ospitato sul sito web de “Il Fatto Quotidiano” che ha lasciato nel 2013 per divergenze sulle scelte editoriali. Nello specifico non si è trovato d’accordo con lo spazio che la testata ha concesso a personaggi controversi fautori di informazioni errate.

Dario Bressanini
Dario Bressanini. Fonte: Facebook

Dario Bressanini canali social

Nel 2018 è sbarcato su Instagram per educare il popolo del web a smascherare tutte le fake news che sono spesso delle trovate di marketing. Ha raccontato che il suggerimento gli è stato fornito dal figlio che gli ha consigliato di spostarsi su altre piattaforme per coinvolgere i giovani. Il suo profilo IG conta ben 333 mila followers, invece, su Facebook ne ha 180,486 mila.

Sul canale YouTube si diverte a mostrare con vari esperimenti tutte le “fuffe” a cui crediamo, gli iscritti sono 474 mila.

Si definisce un “Amichevole Chimico di Quartiere” perché sui social non si esprime con paroloni tecnici ma si mette sullo stesso piano dei suoi ascoltatori spiegando con termini semplici il concetto in questione. Di fatto tratta tematiche di interesse collettivo e fa avvicinare alla scienza anche chi la crede noiosa.

Crediti immagini: Facebook, Facebook.


Like it? Share with your friends!

0
10 shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *